Autore Topic: Brutte notizie  (Letto 8519 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ginolatino

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 6.818
    • Mostra profilo
    • iParassiti.com
Brutte notizie
« il: 21 Gennaio , 2009, 11:58:49 am »
Taglio e incollo dal Pradelafam

Pietra Ligure. E’ deceduto questo pomeriggio all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure Riccardo Oddone, il 43enne surfista che ha accusato un malore domenica scorsa mentre era con degli amici in mare ad Andora. Alle 14 i medici ne hanno dichiarato la morte cerebrale. L’uomo si trovava ricoverato in gravissime condizioni, e dal giorno del malore non si era più ripreso, nonostante i tempestivi soccorsi del personale sanitario. La famiglia ha autorizzato l’espianto degli organi. L’agente immobiliare lascia la moglie Cristina e due figli di 11 e 15 anni.

Propongo nuovamente che sia organizzato un corso di primo soccorso per gli iscritti all' associazione mirato agli infortuni in acqua
" Il vento mica sempre arriva , ma al pomeriggio arriva sempre un po' di fame " A.Sensini

Non sono pelato, mi rado per essere piu' aereodinamico.

Non e' grasso! E' massa inerziale, serve per mantenere velocita' in rotazione.

Meno Spritz e piu' Spock !

Offline Oscare

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3.120
    • Mostra profilo
Re: Brutte notizie
« Risposta #1 il: 21 Gennaio , 2009, 12:02:19 pm »
che dramma.

porta in consiglio una proposta concreta con durata costi date ecc. ecc. in modo che si possa valutare la cosa

Offline lucio buono

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.302
    • Mostra profilo
Re: Brutte notizie
« Risposta #2 il: 21 Gennaio , 2009, 12:39:58 pm »
potremmo chiedere info per questo a paoloB
Lucio buono                Parassita of the year 2006  

Va dove ti porta il vento!!

Offline new zizza guelfin

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7.198
    • Mostra profilo
Re: Brutte notizie
« Risposta #3 il: 21 Gennaio , 2009, 12:41:04 pm »
mi associo.

letta così sembra abbia ceduto il cuore se si forse serviva un defibrillatore

temo che in acqua i tempi si siano allungati oltre
www.asdzizzastyle.it

Corsi base W.surf & Sup Tour in laugna of Venice

(Irombeach / Conche / S.Croce/lago morto)

Offline ginolatino

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 6.818
    • Mostra profilo
    • iParassiti.com
Re: Brutte notizie
« Risposta #4 il: 21 Gennaio , 2009, 13:11:39 pm »
se non va in arresto subito
se riesci a portarlo fuori dall' acqua
se qualcuno sa cosa fare finche' non arriva l' ambulanza

ci sono buone possibilita' di salvezza

i "se" sono molti ma sull' ultimo si puo' lavorare

io chiedo quanto costa e quante ore ci vogliono

datemi una mano sui targhet che bisognerebbe affrontare

Arresto cardiaco
Annegamento
Ipotermia
Fratture


...c'e' qualcosa d' altro
" Il vento mica sempre arriva , ma al pomeriggio arriva sempre un po' di fame " A.Sensini

Non sono pelato, mi rado per essere piu' aereodinamico.

Non e' grasso! E' massa inerziale, serve per mantenere velocita' in rotazione.

Meno Spritz e piu' Spock !

Offline Ariete

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 546
  • Passerà, non può finire cosi.
    • Mostra profilo
    • webite
Re: Brutte notizie
« Risposta #5 il: 21 Gennaio , 2009, 13:41:13 pm »
IO ho fatto il militare in crocerossa, su 5 non ricordo se 2 o 3 li ho ripresi .

Li ho ripresi a mano con il massaggio e canule, pultroppo tranne federica una bambina di 3 anni con i riccioli d'ro che mi è morta tra le braccia.

Il defribrillatore non è da tutti ha mille parametri, se non sei un medico rianimatore non lo puoi usare.


oppure se lo usi male uccidi!, non è un giocattolo!

ciao


Offline new zizza guelfin

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 7.198
    • Mostra profilo
Re: Brutte notizie
« Risposta #6 il: 21 Gennaio , 2009, 13:53:44 pm »
luca non me intendo

posso solo dire che se serve una mano che so una quota per poter arrivare a qualcosa ci sono.

so che a malcesine c'è l'ospedale direttamente sul lago vi sono strutture oppure

c'è una via per chiamare i soccorsi...magari un cartello con il num.del pronto soccorso in mezzo

al park...e istruzioni sulle norme base...qualcosa di semplice ma fattibile.
www.asdzizzastyle.it

Corsi base W.surf & Sup Tour in laugna of Venice

(Irombeach / Conche / S.Croce/lago morto)

Offline Ariete

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 546
  • Passerà, non può finire cosi.
    • Mostra profilo
    • webite
Re: Brutte notizie
« Risposta #7 il: 21 Gennaio , 2009, 14:46:53 pm »
per come la vedo io:

Dove cè un concentrazione di persone vedi lago di garda(migliaia di surfisti) la legislatura dovrebbe imporre nei mesi caldi(mesi con forte affluenza di turismo) enne operatori sanitari per ogni tot di turisti dislocati in zona.

Il personale aimè non sempre è prepatarato(nella maggior parte dei casi).

Come mai in america sulle spaigge ci sono i famosi baywatch, preparati, e con attrezzatura.?

E' la solita solfa? E' l'italia?

Meditate gente meditate

Ps.: non sono un surfista prodetto, faccio quello che posso, ma come mai soprattutto al mare la percentuale di persone che usano il giubbotto di salvataggio diminuisce parecchio?

e la sicurezza?

Ci avete mai pensato?


Offline kimmi

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.177
    • Mostra profilo
Re: Brutte notizie
« Risposta #8 il: 21 Gennaio , 2009, 14:49:48 pm »
Anche Osso fa volontariato sulle ambulanze, credo possa essere utile per qualche informazione sulle basi di primo soccorso.

Offline pizzaiolo

  • Full Member
  • ***
  • Post: 218
    • Mostra profilo
Re: Brutte notizie
« Risposta #9 il: 21 Gennaio , 2009, 14:50:28 pm »
io ho fatto un corso di "primo soccorso" al S.O.G.IT. dovrebbe esserci una sede in ogni ospedale o quasi, è molto utile, lo possono fare tutti ed è gratis.
se può esservi d' aiuto vi incollo il programma:

 Il corso è articolato in 27 ore suddivise in nove lezioni di lezioni, le date e gli orari (ore serali) verranno comunicate agli interessati in tempo utile e saranno pubblicate anche su questo sito.
A fine corso ci sarà un esame scritto e pratico, che se superato, darà la possibilità al conseguimento del diploma con validità triennale.
Il corso è tenuto da medici ed istruttori qualificati ad insegnare tutte le nozioni utili per poter intervenire in qualsiasi situazioni, più o meno grave.
Durante il corso verranno trattati vari argomenti, dai più semplici come ferite e traumi, ai più gravi sino ad arrivare all'arresto cardiocircolatorio.
Gli argomenti saranno trattati con esercitazioni pratiche su apposita attrezzatura e dimostrazioni con il diretto coinvolgimento degli stessi studenti che vi partecipano.
L'iscrizione al corso è gratuita,

Le lezioni del corso sono cosi suddivise:

1) Emergenza: Definizione e comportamento

    Catena di soccorso: Definizione

   Ferite: Vari tipi di ferite, medicazioni,varie, corpi estranei, circolazione, grosse emorragie, amputazioni

    Ustioni: Vari tipi e gradi, comportamento

    Intossicazioni: Vari tipi e comportamento

    Spostamento dell' infortunato: Quando e come

2) Shock: Definizione e comportamento

    Svenimento: Definizione e comportamento

  Emorragie particolari: Quali sono e comportamento

   Dolore e lesioni toraco-addominali: Definizione e comportamento

3) Lezione medica: Funzionamento apparato cardio respiratorio

4) Respirazione: Funzione, alterazione, cause, controllo, respirazione artificiale, occlusione vie aeree, edema vie aeree

    Circolazione: Funzione, arresto cardiaco, Rianimazione Cardio Polmonare (RCP): Pratica

5) Perdita coscienza: Funzioni cerebrali, alterazioni, comportamento

   Lesioni al cranio: Quali sono, comportamento, quando e come togliere il casco

     Epilessia: Definizione e comportamento

  Colpo di calore e di sole: Definizione e comportamento

     Congelamento: Vari tipi, cause e comportamento

     Folgorazione: Definizione e comportamento

6)  RCP: Pratica

7) Lezione medica: Anatomia generale         Normativa penale inerente il Primo Soccorso

8) Fratture: Struttura ossea, vari tipi di fratture e comportamento

9)   RCP: Pratica

         Ripasso generale

Offline ginolatino

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 6.818
    • Mostra profilo
    • iParassiti.com
Re: Brutte notizie
« Risposta #10 il: 21 Gennaio , 2009, 15:11:22 pm »
Ottimo pizza ..

ci serve pero' un programma ad-hoc

Poche cose , ben chiare e di utilita' immediata

.. in fin dei conti siamo Parassiti.

aggiungerei quindi :

Spostamento dell' infortunato
Emorragie particolari
occlusione vie aeree
Lesioni al cranio
" Il vento mica sempre arriva , ma al pomeriggio arriva sempre un po' di fame " A.Sensini

Non sono pelato, mi rado per essere piu' aereodinamico.

Non e' grasso! E' massa inerziale, serve per mantenere velocita' in rotazione.

Meno Spritz e piu' Spock !

Offline enry

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.851
    • Mostra profilo
Re: Brutte notizie
« Risposta #11 il: 21 Gennaio , 2009, 20:12:24 pm »
sono bagnino brevettato per mare e acque libere non c'è problema,per far sì che uno riesca a soccorrere uno in acqua fidatevi non è facile non s'impara con un corso di primo soccorso....noi serfisti siamo avvantaggiati abbiamom la tavola conn quella hai risolto metà dei tuoi problemi in caso di infotunio o malore....
PARASSITA OF THE YEAR 2011

Offline zioricky

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.754
    • Mostra profilo
    • WINDFESTIVAL12
Re: Brutte notizie
« Risposta #12 il: 21 Gennaio , 2009, 20:24:50 pm »
Io non sono molto convinto della fattibilità della cosa. Ne avevavmo parlato già qualche anno fa, se non ricordo male.
Parlo per me (ma credo di non essere il solo in queste condizioni): se faccio un corso teorico (anche se con qualche esecitazione, immagino e spero) e poi non pratico con continuità, mi dimentico tutto o quasi ciò che ho imparato. Quindi occorrerebbe una formazione continua (i bagnini professionisti lo fanno costantemente e frequentemente) e, con tutti gli impegni che già ho, sarebbe una cosa impossibile.
Inoltre, siamo di fronte a situazioni in cui non si scherza. Chi, con una semplice formazione teorica e senza una assidua pratica sarebbe in grado di riconoscere con certezza cosa fare in determinate situazioni? Chi si prenderebbe la responsabilità di muovere (o di non muovere) un malcapitato, con il rischio di creare danni più gravi? E ancora, solo a titolo di esempio, il massaggio cardiaco (a quel che mi ricordo e sempre che siamo in grado di capire quando farlo) richiede sequenza e tempi precisi, altrimenti si peggiora la situazione...
In sintesi, poco è sempre meglio di niente, ma in questo caso io non sono molto ottimista, perchè la materia è troppo complessa per affrontarla da "dilettanti" (nel significato più positivo del termine).

Quel che sarebbe opportuno fare invece, è un po' di prevenzione. Bisogna cercare di avere coscienza delle proprie condizioni e delle proprie capacità. Se ci sono condizioni ambientali proibitive o comunque dure, oppure se non siamo in adeguate condizioni di forma, se non abbiamo fatto una corretta alimentazione, allora è meglio star fuori dall'acqua. E fanc*** il discorso rimpianti/rimorsi. La prudenza non ci metterà comunque al riparo al 100% da incidenti o infortuni, ma di certo evita un sacco di potenziali problemi. (Nota: non sto facendo considerazioni sul fatto di Andora, perchè non so come siano andate le cose). Poi l'imponderabile è sempre lì dietro l'angolo e potrebbero non bastare 20 life guards ogni 100 surfisti per evitare eventi fatali...


Offline PREZZEMOLO

  • Full Member
  • ***
  • Post: 173
    • Mostra profilo
Re: Brutte notizie
« Risposta #13 il: 21 Gennaio , 2009, 21:06:59 pm »
anch'io ritengo che la sola cosa fattibile e' rappresentata dalla prevenzione cioe' dalla valutazione obiettiva delle condizioni, temperature e dimensioni di onda, rapportata alle proprie capacita', equipaggiamento e condizione atletica. bordi lunghi in mare con temperature vicine allo zero, cattivo isolamento termico e sottovalutazione condizioni possono portare velocemente in situazioni di emergenza che quando capitano, ci si trova gia' in  pericolo.
per quel che mi riguarda, gia' in due occasioni 2 ragazzi sono stati "presi per i capelli" in toscana lo scorso inverno, ambedue in ipotermia e di fatto svenuti (per fortuna a riva) dove sono stati soccorsi e ospedalizzati senza gravi conseguenze. Se questi due ragazzi fossero andati 500 mt piu' al largo probabilmente avremmo avuto altre due disgrazie. Quindi il pronto soccorso e' di sicuro utile ma se fatto da professionisti. miglior soccorso realistico e' la nostra prevenzione e nostro buonsenso (ovviamente non faccio alcun riferimento alla tragedia di andora) e una visita sotto sforzo al cuore per gli over 40 una volta all'anno e' un buon investimento.

Offline enry

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2.851
    • Mostra profilo
Re: Brutte notizie
« Risposta #14 il: 21 Gennaio , 2009, 21:50:32 pm »
d'accordo,la prima cosa che dovrebbero fare i parassiti è non usare le mute cerate,se vogliamo parlare di prevenzione.
Resta il fatto che se tiri fuori uno dall'acquamagari hai nuotato per prenderlo la respirazione la devono fare a tè.
PARASSITA OF THE YEAR 2011