Autore Topic: Istruzioni per segnare le uscite  (Letto 12623 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ginolatino

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 6.818
    • Mostra profilo
    • iParassiti.com
Istruzioni per segnare le uscite
« il: 15 Novembre , 2007, 15:12:29 pm »
Le uscite vanno segnate il piu' possibile secondo questi standard in modo poi da poterle elaborare facilmente per redigere la classifica.

Nel titolo (oggetto ) va la data il luogo e volendo il giorno della settimana in questo formato :


gg.mm.aa - Luogo - giorno della settimana


L' icona del messaggio per ora va lasciata STANDARD


Il corpo del messaggio deve essere formattato cosi' :



Spot: Luogo dove si esce

Meteo : Condizioni climatiche

Vela: Vela media usata in acqua

Voto:  da 1 a 5 (* =insufficiente, ** = scarso, ***=  normale **** = superiore *****= ottimo) voto complessivo dell' uscita

Presenti: Chi era in acqua

Commenti : tutto cio' che volete aggiungere e commentare


Per quanto riguarda il voto, non bisogna aumentare le stellette perche si esce con la vela piccola. Gia questo e' dato dal modello. Se una uscita da 4 e' normale (per la 4), conta tre stelle . 2 se per esempio e' rafficato o storto, 5 se ci sono delle condizioni decisamente spendide (es sottomarina con onde).....

Dunque le tre stelle confermano la "normalità" dell'uscita in relazione alla vela. Questo perche' l'algoritmo tiene gia' conto della vela usata.

Per chi ancora non avesse capito (gli ingegneri di solito) il modello da già per scontato che un'uscita con la 4 sia migliore di una con la 5,7.... la qualità serve a discriminare tra due uscite con la stessa vela (ad esempio due uscite con la 4)



Per chiarezza e precisione allego il trattato su come poi vengono analizzati e inseriti nelle statistiche i dati inseriti e su come in teoria andrebbe ponderato il voto dell' uscita

-----------------------------------------------------------------------------------------


Abbiamo due parametri di valutazione qualitativi, uno oggettivo ed uno soggettivo

Il parametro oggettivo è la misura della vela in quanto sappiamo che le uscite “mitiche” sono quelle con la vela più piccola e viceversa; il parametro soggettivo è il voto da 1 a 3 espresso in stellette.

 

Ora se eseguiamo una doppia ponderazione possiamo considerare l’uscita non solo come un parametro binario (1 o zero) ma come un numero che abbia anche una espressione qualitativa.

 

Per fare ciò decidiamo che il parametro di riferimento (cioè l’uscita media ottimale) sia quella con vela da 5.0 a 5.4 e voto 2. Questa uscita deve avere valore unitario.

 

Quindi assegniamo alla vela 5/5.4 valore 1. In questo caso quindi avremmo

 

p1+p2  = 1                     1+2 = 1

x                                    3

 

A questo punto essendo i valori delle stellette già numerici da 1 a 3 (parametro p2) non ci resta che assegnare dei valori a gruppi omogenei di vele. Sul lago mi sembra corretto:

 

    * > 6.0           valore   0 (come da regolamento)
    * >= 6.0>5.4 valore 0.75
    * >= 5.4>4.9 valore 1    (parametro di riferimento)
    * >= 4.9>4.3 valore 1.25
    * >= 4.3>3.9 valore 1.50
    * <= 3.9        valore 1.75

 

Ora, siccome la scienza moderna impone l’osservazione dei fatti, la formulazione della regola e la verifica empirica prendiamo ad esempio il ns presidente che ad oggi ha collezionato 99 uscite su 236 giorni (quasi una uscita ogni due giorni!!sigh). Siccome così facendo esce in tutte le condizioni durante l’anno mattina e pomeriggio calcoliamo la sua media ponderata in base al ns teorema che è uguale a 94.5 (rispetto a 99 calcolando tutte le uscite uguali ad 1). Possiamo quindi affermare che i parametri di riferimento sono corretti e che aumentando il nr delle uscite la media ponderata tenderà alla media unitaria.

A questo punto possiamo anche calcolare lo scarto quadratico medio delle uscite e la varianza per vedere la costanza delle condizioni di surf ……………………

Quindi non bisogna aumentare le stellette perche si esce con la vela piccola. gia questo e' dato dal modello. Se una uscita da 4 e' normale (per la 4) conta due stelle . Una se per esempio e' rafficato o storto 3 se ci sono delle condizioni decisamente spendide (es sottomarina con onde)
« Ultima modifica: 01 Settembre , 2011, 20:32:35 pm da ilSupremo »
" Il vento mica sempre arriva , ma al pomeriggio arriva sempre un po' di fame " A.Sensini

Non sono pelato, mi rado per essere piu' aereodinamico.

Non e' grasso! E' massa inerziale, serve per mantenere velocita' in rotazione.

Meno Spritz e piu' Spock !

Offline ilSupremo

  • Global Moderator
  • Sr. Member
  • *****
  • Post: 596
    • Mostra profilo
Importante - stellette
« Risposta #1 il: 04 Gennaio , 2011, 22:49:52 pm »
dal 2011 vengono introdotte su proposta del comitato controllo qualità 5 stellette invece di tre per evitare i soliti + e/o -
siete quindi caldamente invitati ad evitare i simboli ++ -- che con una scala da 1 a 5 dovrebbero essere superflui

L'uscita di qualità normale diventa dunque di 3 stelle

*        uscita mediocre al limite della validità     valore di correzione - 0,25
**      uscita sotto la media                           valore di correzione - 0,12
***    uscita di qualità normale                       valore di correzione   0
****  uscita decisamente superiore                 valore di correzione +0,12
***** uscita di carattere eccezionale              valore di correzione +0.25

Per comodità si ricorda che i valori associati alle varie misure di vela sono 0,75; 1; 1,25; 1,50; 1,75.
Per approfondimenti sull'algoritmo si rimanda al trattato istitutivo.

Colgo l'occasione per ringraziare tutti coloro che hanno partecipato alla "planaparade" che, oltre il goliardico gioco, rimane un utile strumento per tutti coloro che visitano il sito per sapere come è stata la giornata ventosa (e sono tanti).
Inoltre i dati saranno utilizzati per redigere delle statistiche sul vento che saranno al più presto compilate.
Speriamo che anche coloro che ad oggi non hanno mai dato il loro contributo possano dedicarci in futuro un po' del loro tempo.
Buon 2011 ventoso a tutti dal Supremo

++++++++++++++++++++++++++

Aggiornamento del 16 giugno 2011

vedo ancora utilizzi poco corretti dello strumento qualità.
Molti continuano ad associare le "stellette" alla misura della vela. Se cio' fosse corretto sarebbe inutile mettere due parametri vela e qualità!
Che la vela incida sulla bellezza della surfata è fuori discussione; e, difatti è un parametro specificato a sé stante.
La qualità non dev'essere un doppione della misura vela ma riguardare tutti gli altri parametri vela ESCLUSA

ad esempio:

situazione meteo (probabilmente una surfata al caldo con il sole è meglio di una sotto la neve.....)
superficie dell'acqua (belle onde oppure condizioni ideali per free style)
vento disteso oppure bucato
etc etc.
« Ultima modifica: 16 Giugno , 2011, 13:21:35 pm da ilSupremo »
Supremo gestore della classifica